Regione Sicilia

Ufficio Stato Civile

Ultima modifica 5 agosto 2016

L’Ufficio dello Stato Civile

Sede: Palazzo Municipale (Piano Terra, corridoio a dx), Piazza Sandro Pertini n. 1

Responsabile del Settore III - Servizi Demografici - Dott. Filippo Iovino

Telefono 0923 892047  Fax 0923 892058

mail servdemo@comune.valderice.tp.it

mail filippo.iovino@comune.valderice.tp.it

Pec protocollo.comunevalderice@postecert.it   comune.valderice@cert.prontotp.net

Referenti:

Caterina Ferlito (Ufficiale dello Stato Civile delegato) - tel. 0923 892059 fax 0923 892058

Dario Giglio (Ufficiale dello Stato Civile delegato) - tel. 0923 892059 fax 0923 892058

 

Orario Invernale di apertura al pubblico:

dalle ore 08,30 alle 13,00 da lunedì a venerdì;

dalle ore 15,30 alle 17,30 il martedì e giovedì;

Orari Estivo di apertura al pubblico:

dalle ore 08,30 alle 13,00 da lunedì a venerdì (nei mesi di Luglio e Agosto);

 

L’Ufficio di Stato Civile si occupa della tenuta dei registri di nascita, cittadinanza, matrimonio e morte.

Rilascia:

  • Certificato ed estratto di nascita
  • Certificato ed estratto di matrimonio
  • Certificato ed estratto di morte
  • Nulla osta al matrimonio o certificato di eseguite pubblicazioni

 

 

Riceve:

  • Dichiarazione di nascita
  • Riconoscimento di un figlio naturale
  • Dichiarazione di morte
  • Matrimonio (adempimenti per sposarsi)
  • Matrimonio (documenti da presentare in casi particolari)
  • Dichiarazione di separazione e divorzio (ai sensi dell’art. 12 del D.L. 132/2014, conv. con L. 162/2014)
  • Dichiarazione di cittadinanza
  • Redige processo verbale per le pubblicazioni di matrimonio

 

Certificato ed estratto di nascita

Il certificato è quello che attesta l’evento della nascita della persona e contiene i dati relativi alla stessa. L’estratto di nascita indica l’ora di nascita e può contenere eventuali annotazioni (matrimoni, divorzi, morte, eventuali aggiornamenti di cittadinanza). Per ottenerlo il richiedente deve presentarsi presso l’Ufficio Stato Civile o presso lo Sportello Demografico; può essere richiesto anche per altre persone presentando un documento di identità. È sempre sostituibile con l’autocertificazione.

Certificato ed estratto di matrimonio

Il certificato di matrimonio attesta l’evento del matrimonio e contiene i dati relativi allo stesso. L’estratto di matrimonio è un certificato che può contenere eventuali annotazioni (comunione o separazione dei beni, divorzi). Il richiedente deve presentarsi presso l’Ufficio di Stato Civile o presso lo Sportello Demografico; può essere richiesto anche per altre persone presentando un documento di identità. Sono sempre sostituibili con l’autocertificazione.

Certificato ed estratto di morte

Il certificato di morte attesta l’evento del decesso e contiene i dati relativi allo stesso. L’estratto di morte è un certificato che in più contiene i dati relativi all’ora del decesso. Per ottenerlo occorre presentarsi presso l’Ufficio Stato Civile o presso lo Sportello Demografico con il proprio documento di identità. Sono sempre sostituibili con l’autocertificazione.

Certificato di avvenuta pubblicazione di matrimonio

Il certificato di avvenuta pubblicazione di matrimonio è il documento che permette di contrarre matrimonio ed è indispensabile a chi intende sposarsi. Il nulla osta viene rilasciato solo dopo che le pubblicazioni di matrimonio sono rimaste affisse 8 giorni consecutivi, più 3 giorni successivi di deposito. Alla scadenza dei termini il Comune rilascia il nullaosta da consegnare al parroco (rito concordatario o acattolico) o all’ufficiale di stato civile (rito civile) per fissare la data di celebrazione del matrimonio. Il documento decade dopo 180 giorni qualora il matrimonio non venga celebrato entro tale periodo.

 

 

Dichiarazione di nascita

La dichiarazione per ogni nato è obbligatoria, in quanto prevista dalla legge, entro 10 giorni dalla data del parto. Chi deve adempiere:

1) se il bambino è nato da genitori regolarmente sposati la denuncia di nascita deve essere presentata:

  • da uno dei genitori davanti al Direttore sanitario dell’istituto in cui è avvenuta la nascita, entro 3 giorni dalla data del parto;
  • da uno dei genitori davanti all’Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo), entro 10 giorni dalla data del parto;
  • da uno dei genitori davanti all’Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita, entro 10 giorni dalla data del parto;

2) se il bambino è nato da genitori non sposati la denuncia di nascita deve essere presentata:

  • da entrambi i genitori congiuntamente davanti al Direttore sanitario dell’istituto in cui è avvenuta la nascita, entro 3 giorni dalla data del parto;
  • da entrambi i genitori congiuntamente davanti all’Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo), entro 10 giorni dalla data del parto;
  • da entrambi i genitori congiuntamente davanti all’Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita, entro 10 giorni dalla data del parto.

Nel caso di denuncia di nascita presentata al Direttore Sanitario non è necessaria alcuna formalità.

Nel caso di denuncia presentata all’Ufficiale di Stato Civile occorre presentarsi con l’attestazione di assistenza al parto rilasciata dal medico.

Denuncia di morte

La denuncia di morte è obbligatoria per legge. La denuncia, per decessi in abitazione, deve essere inoltrata dai familiari o da un delegato. Per decessi in ospedale o istituto, la denuncia di morte deve essere inoltrata dalla Direzione Sanitaria della struttura. Per i decessi in abitazione è necessario presentarsi all’ufficiale dello stato civile esibendo i seguenti documenti:

  • Scheda Istat compilata dal medico curante;
  • Accertamento di decesso compilato dal medico necroscopo.

La denuncia va effettuata entro 24 ore dal decesso al fine di consentire all’Ufficio dello Stato Civile il rilascio del permesso di seppellimento.

 

Matrimonio: adempimenti per sposarsi

Chi ha intenzione di sposarsi deve recarsi presso l'Ufficio di Stato Civile dove può concordare un appuntamento per la richiesta delle pubblicazioni che saranno affisse nel relativo Albo pretorio per 8 giorni consecutivi, più 3 giorni di deposito.

È necessario che i nubendi siano normalmente entrambi maggiorenni ed in possesso di valido documento di riconoscimento. Almeno uno dei due deve presentarsi all’Ufficiale di Stato Civile con i documenti di entrambi. A pubblicazione avvenuta, l'Ufficio rilascia il certificato di avvenuta pubblicazione (nullaosta), da consegnare al Parroco, se si sceglie il rito concordatario o al ministro di culto nel caso di rito acattolico.

 

            E’ necessario ricordare che:

  1. Se si sceglie di celebrare il matrimonio con rito civile la cerimonia si svolgerà presso il Municipio (a scelta: o presso l’Aula consiliare o presso la Sala conferenze dell’ex Molino Excelsior), secondo le condizioni imposte dal vigente regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili.
  2. Con la celebrazione del matrimonio i coniugi si trovano automaticamente in regime patrimoniale di comunione dei beni (solo per gli acquisti effettuati dopo il matrimonio);
  3. Se i coniugi scelgono il regime di separazione dei beni possono dichiararlo all’atto del matrimonio oppure, in un secondo tempo, davanti ad un notaio (ciascun coniuge rimarrà proprietario esclusivo anche dei beni acquistati dopo il matrimonio).