Regione Sicilia

Biblioteca

Ultima modifica 13 luglio 2016

La Biblioteca Comunale fu istituita il 31 Gennaio 1977 (Delibera di Giunta Municipale n° 32) con sede presso l'Ufficio Pubblica Istruzione, al piano terra del Palazzo Municipale. La costruzione ex novo dell'attuale sede di Via Vespri ebbe inizio il 21 Aprile 1978 e si concluse nell'Aprile del 1979. Inaugurata nel 1980, la Biblioteca Comunale fu intitolata all'insigne storico siciliano, Francesco De Stefano il 19 marzo 1984, con un discorso commemorativo tenuto dal compianto prof. Vincenzo Adragna, storico dell’agro ericino.

Centro informativo-divulgativo locale rende prontamente disponibile per i suoi utenti ogni genere di conoscenza ed informazione e svolge un servizio di trasmissione di cultura in tutte le sue forme. Oltre a curare i tradizionali servizi di pubblica lettura, offre servizio di prestito domiciliare e interbibliotecario, anche ai non residenti, che consultano il catalogo attraverso il web (nel 2003 la biblioteca ha aderito al progetto per l'attivazione della banca dati bibliografici provinciale, coordinata con il Servizio Bibliotecario Regionale e Nazionale). L’informazione bibliografica è garantita anche dalla consultazione degli schedari per autore, soggetto e titolo. I servizi della biblioteca sono forniti sulla base dell'uguaglianza di accesso per tutti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale, anzi favorendo l'integrazione degli africani, ospiti nella comunità.

Disposta su due piani, la Biblioteca dispone di locali ampi e confortevoli, arredati con gusto e sobrietà. Gli spazi storici, completamente rinnovati della Biblioteca, offrono al piano terra il "Bookcrossing corner", attivato nel Dicembre del 2010 e dedicato a tutti coloro che desiderano condividere l'emozione di "liberare" tanti libri, affinché si possa dar vita ad una biblioteca circolante, dove i libri disponibili vengono "liberati" gratuitamente per poi essere raccolti e, una volta letti, nuovamente “rilasciati”. Il piano terra ospita anche la "Sezione Locale: Sicilia"; una sezione multimediale fornita di computer collegati ad Internet; la sala lettura principale con uno spazio riservato ad adolescenti e giovani adulti; l'angolo “Donna”, con testi di psicologia, puericultura e culinaria, i romanzi rosa ed il bricolage; la sezione dedicata alla Letteratura italiana e straniera; un'accogliente e luminosa sezione per bambini e ragazzi, con un angolo morbido fornito di tanti cuscini colorati. Il primo piano ospita, oltre alla Sala conferenze e la sala delle conchiglie, la sezione “Saggistica”, il Fondo “De Stefano”e altre sale lettura più riservate.

Il patrimonio librario di ben 25323 volumi è disposto razionalmente in modo da consentire la contemporanea fruizione dei diversi tipi di utenza. Particolare cura viene prestata alle visite guidate per le scolaresche, veri e propri percorsi alla scoperta della biblioteca e delle sue potenzialità.

Per una migliore conoscenza del territorio in cui opera, la Biblioteca è in grado di fornire, a chi ne facesse richiesta, immagini e materiale bibliografico su Valderice e sull’Agroericino.

Negli ultimi anni la Biblioteca ha potenziato il ruolo di promozione culturale con l’organizzazione di laboratori di lettura e scrittura per adulti e giovani adulti, di lettura di favole per i piccini, di incontri- dibattito, presentazione di volumi in presenza degli autori, recital di poesie tenuti alla presenza di un pubblico attento e partecipe.

(Aggiornamento del 22 Giugno 2016, curato da Rosaria C. Di Trapani)

 

Accesso diretto al catalogo on-line del patrimonio bibliografico: http://85.44.202.91/SebinaOpac/.do#0